La natura incontaminata di Sibari

Sibari: consigli e guida turistica

Gli amanti della natura e dei prodotti tipici possono deliziarsi  nella  Piana di Sibari, la terra più fertile e generosa della Calabria, dove  si producono olio ed agrumi tra i più apprezzati al mondo, oltre ai famosissimi pomodorini  essiccati al sole e dove è  possibile godersi l'enogastronomia locale tra antiche masserie ed aziende agrituristiche.

Il Mar Ionio  lambisce chilometri di costa con sabbia bianca fondendosi con l'acqua proveniente dalla Foce del fiume Crati originando uno spazio naturalistico oggi divenuto riserva naturale.

Questa riserva è costituita da lagune, canali, dune di sabbia e vegetazione palustre e che si presta ad essere percorsa sia a piedi che in bici che a cavallo.

A pochi passi dalla  riserva naturale della Foce del Crati, sorge  il porto turistico più grande del Mediterraneo, un complesso nautico balneare dotato di ogni comfort e servizio sia per le imbarcazioni in transito  che per le imbarcazioni stanziali dei diportisti.

Questo luogo, paradiso di pace e sicurezza in quanto pattugliato costantemente dalla vigilanza privata, si chiama 'Laghi di Sibari ' ed è costituito da  nove chilometri di banchine attrezzate, 2800 posti barca da 3 a 18 metri, cantiere nautico, bacino di carenaggio, alberghi, ristoranti, strutture sportive di ogni genere, centro commerciale e centinaia di villette ed appartamenti con posto barca.

A Sibari sono presenti anche le  Terme Sibarite con acque ipotermali, sulfuree e mediominerali,  che sgorgano ad una temperatura costante di 25 gradi centigradi e permettono il funzionamento di  moderni impianti: il complesso termale dispone di auditorium all'aperto, strutture ricreative, parco con piscina, campo da tennis e calcetto, ristorante pizzeria ed albergo con 68 camere doppie tutte dotate di servizi ed ottimo comfort.